For faster navigation, this Iframe is preloading the Wikiwand page for Museo archeologico comunale Ferruccio Barreca.

Museo archeologico comunale Ferruccio Barreca

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Museo archeologico comunale Ferruccio Barreca
Museu archîològico comunâle Ferruccio Barreca
Museu archeologicu comunale Ferruccio Barreca
[senza fonte]
Una vetrina del museo
Ubicazione
StatoBandiera dell'Italia Italia
LocalitàSant'Antioco
IndirizzoVia Sabatino Moscati
Coordinate39°03′29.71″N 8°27′30.5″E / 39.058253°N 8.458472°E39.058253; 8.458472
Caratteristiche
TipoArcheologico
Intitolato aFerruccio Barreca
Istituzione2005
Apertura2006
Visitatori6 590 (2021)
Sito web

Il Museo archeologico comunale Ferruccio Barreca (in ligure-tabarchino Museu archîològico comunâle Ferruccio Barreca, in sardo Museu archeologicu comunale Ferruccio Barrea[senza fonte]) è il museo archeologico di Sant'Antioco.

Il museo

Storia

È stato progettato nei primi anni settanta e la sua edificazione è stata completata nel 1975, con il contributo della Cassa del Mezzogiorno, divenuta in seguito Agenzia per il Mezzogiorno. Dopo circa vent'anni, con il passaggio della struttura alla Regione Autonoma della Sardegna e quindi al Comune di Sant'Antioco, hanno avuto inizio i lavori di allestimento tecnico. Il museo è stato inaugurato il 9 gennaio del 2006, ed è inserito nel percorso di visita dell'area archeologica di Sant'Antioco[1].

Reperti

Nel museo sono esposti i reperti archeologici degli insediamenti nell'area di Sant'Antioco.
Risalgono al neolitico e alla civiltà nuragica gli oggetti venuti alla luce negli scavi in varie zone dell'isola.
Molti materiali testimoniano la cultura fenicia, che ebbe proprio a Sant'Antioco, nell'antica Sulki, il più antico insediamento in Sardegna. Sono esposti gli oggetti ritrovati nelle tombe del tofet: utensili, anfore, lucerne, gioielli, amuleti, maschere apotropaiche. Lo stesso tofet è ricostruito in un modello che illustra la disposizione delle stele e delle urne rinvenute negli scavi.

L'ultima sezione è dedicata alla civiltà romana, che si insediò nell'area dal III secolo a.C.; sono esposti corredi funebri e oggetti in uso nella vita quotidiana, come pentole e stoviglie.

Galleria d'immagini

Note

Voci correlate

Altri progetti

Controllo di autoritàVIAF (EN155797511 · ISNI (EN0000 0001 0415 2819 · LCCN (ENn2007090895 · GND (DE10194697-1 · WorldCat Identities (ENlccn-n2007090895
{{bottomLinkPreText}} {{bottomLinkText}}
Museo archeologico comunale Ferruccio Barreca
Listen to this article

This browser is not supported by Wikiwand :(
Wikiwand requires a browser with modern capabilities in order to provide you with the best reading experience.
Please download and use one of the following browsers:

This article was just edited, click to reload
This article has been deleted on Wikipedia (Why?)

Back to homepage

Please click Add in the dialog above
Please click Allow in the top-left corner,
then click Install Now in the dialog
Please click Open in the download dialog,
then click Install
Please click the "Downloads" icon in the Safari toolbar, open the first download in the list,
then click Install
{{::$root.activation.text}}

Install Wikiwand

Install on Chrome Install on Firefox
Don't forget to rate us

Tell your friends about Wikiwand!

Gmail Facebook Twitter Link

Enjoying Wikiwand?

Tell your friends and spread the love:
Share on Gmail Share on Facebook Share on Twitter Share on Buffer

Our magic isn't perfect

You can help our automatic cover photo selection by reporting an unsuitable photo.

This photo is visually disturbing This photo is not a good choice

Thank you for helping!


Your input will affect cover photo selection, along with input from other users.

X

Get ready for Wikiwand 2.0 🎉! the new version arrives on September 1st! Don't want to wait?