For faster navigation, this Iframe is preloading the Wikiwand page for Villa Pitzalis.

Villa Pitzalis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Villa Pitzalis
Localizzazione
StatoBandiera dell'Italia Italia
RegioneSardegna
LocalitàTuili
Coordinate39°42′54″N 8°57′39″E
Informazioni generali
CondizioniIn uso
Realizzazione
CommittenteFamiglia Pitzalis

Villa Pitzalis è un edificio che sorge a Tuili, centro della Marmilla, in Sardegna. La sua progettazione è attribuita a Gaetano Cima, architetto cagliaritano tra i più importanti (attivo in Sardegna fin dalla prima metà dell'800, che a Tuili realizzò anche la villa Asquer).

Villa Pitzalis è situata nella via San Pietro, a destra rispetto alla scalinata che conduce alla chiesa omonima.

Edificata in stile neoclassico, era una residenza nobiliare, come dimostra la sua sagoma tipica dei palazzi cittadini. Consta di un unico corpo di fabbrica su due piani fuori terra, con in cima un'altana. Accessibile su tre lati, presenta i prospetti scanditi da cornici orizzontali e lesene, costituite da blocchi squadrati a vista di arenarie e vulcaniti, litologie utilizzate anche per la realizzazione delle murature. Nei prospetti lunghi le lesene ripartiscono l'edificio in tre settori ciascuno coperto da un tetto a due falde. Il prospetto sud rivolto al piccolo giardino all'italiana, ed il prospetto ovest sulla via San Pietro, presentano al primo piano bucature ornate da timpani curvilinei e triangolari con modanature di buona fattura. In tutti i prospetti gli ingressi e le finestre sono ornati da cornici lapidee. La parte dell'altana completamente ricostruita, come si può notare dal differente tipo di muratura ha una copertura a padiglione con struttura lignea portante costituita da capriate. Nel corso del tempo sono state effettuate varie opere di restauro e ristrutturazione. Le più recenti risalgono al periodo successivo al 1971, quando, con decreto ministeriale, l'edificio venne sottoposto alle disposizioni di tutela contenute nella legge n. 1089 del 1939. La villa, in quel periodo in forte stato di degrado, apparteneva alla famiglia Pitzalis. Nel 1982 l'immobile fu acquisito dal Comune di Tuili, che ne iniziò l'opera di recupero.[1]

  1. ^ La Villa Pitzalis, su prolocotuili.it. URL consultato il 23 ottobre 2016 (archiviato dall'url originale il 23 ottobre 2016).

Voci correlate

[modifica | modifica wikitesto]
{{bottomLinkPreText}} {{bottomLinkText}}
Villa Pitzalis
Listen to this article

This browser is not supported by Wikiwand :(
Wikiwand requires a browser with modern capabilities in order to provide you with the best reading experience.
Please download and use one of the following browsers:

This article was just edited, click to reload
This article has been deleted on Wikipedia (Why?)

Back to homepage

Please click Add in the dialog above
Please click Allow in the top-left corner,
then click Install Now in the dialog
Please click Open in the download dialog,
then click Install
Please click the "Downloads" icon in the Safari toolbar, open the first download in the list,
then click Install
{{::$root.activation.text}}

Install Wikiwand

Install on Chrome Install on Firefox
Don't forget to rate us

Tell your friends about Wikiwand!

Gmail Facebook Twitter Link

Enjoying Wikiwand?

Tell your friends and spread the love:
Share on Gmail Share on Facebook Share on Twitter Share on Buffer

Our magic isn't perfect

You can help our automatic cover photo selection by reporting an unsuitable photo.

This photo is visually disturbing This photo is not a good choice

Thank you for helping!


Your input will affect cover photo selection, along with input from other users.

X

Get ready for Wikiwand 2.0 🎉! the new version arrives on September 1st! Don't want to wait?