For faster navigation, this Iframe is preloading the Wikiwand page for Mario Toso.

Mario Toso

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Mario Toso, S.D.B.
vescovo della Chiesa cattolica
Caritas in Veritate
 
TitoloFaenza-Modigliana
Incarichi attualiVescovo di Faenza-Modigliana (dal 2015)
Incarichi ricoperti
 
Nato2 luglio 1950 (73 anni) a Mogliano Veneto
Ordinato presbitero22 luglio 1978 dal vescovo Girolamo Bartolomeo Bortignon, O.F.M.Cap.
Nominato vescovo22 ottobre 2009 da papa Benedetto XVI
Consacrato vescovo12 dicembre 2009 dal cardinale Tarcisio Bertone, S.D.B.
 

Mario Toso (Mogliano Veneto, 2 luglio 1950) è un vescovo cattolico e filosofo italiano, dal 19 gennaio 2015 vescovo di Faenza-Modigliana.

Nasce a Mogliano Veneto, in provincia e diocesi di Treviso, il 2 luglio 1950.

Formazione e ministero sacerdotale

[modifica | modifica wikitesto]

Il 16 agosto 1967 professa i voti nella Società salesiana di San Giovanni Bosco.

Consegue la laurea in filosofia presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, la licenza in filosofia presso l'Università Pontificia Salesiana di Roma e la licenza in teologia presso la Pontificia Università Lateranense di Roma.[1]

Durante il periodo di studio a Milano, nel 1971, viene inizialmente accusato di aver commesso il delitto della Cattolica, avendo ritrovato per primo il corpo di Simonetta Ferrero, ma viene scagionato poco dopo.[2]

Il 22 luglio 1978 è ordinato presbitero, a Campodarsego, dal vescovo Girolamo Bartolomeo Bortignon.

Dal 1980 è docente di filosofia presso l'Università Pontificia Salesiana e, dal 1991, professore ordinario di filosofia teoretica; dal 1994 al 2000 è decano della facoltà di filosofia e, dal 2003 al 2009, magnifico rettore della medesima università.[1]

Collabora con papa Benedetto XVI alla stesura dell'enciclica Caritas in veritate.

Ministero episcopale

[modifica | modifica wikitesto]

Il 22 ottobre 2009 papa Benedetto XVI lo nomina segretario del Pontificio consiglio della giustizia e della pace e vescovo titolare di Bisarcio;[3] succede a Giampaolo Crepaldi, precedentemente nominato arcivescovo, titolo personale, di Trieste. Il 12 dicembre seguente riceve l'ordinazione episcopale, nella basilica di San Pietro in Vaticano, con i vescovi Giovanni D'Ercole e Jean Laffitte, dal cardinale Tarcisio Bertone, co-consacranti il cardinale Renato Raffaele Martino e l'arcivescovo Giuseppe Molinari.

Il 19 gennaio 2015 papa Francesco lo nomina vescovo di Faenza-Modigliana;[4] succede a Claudio Stagni, dimessosi per raggiunti limiti di età. Il 15 marzo prende possesso della diocesi, nella cattedrale di Faenza.

Ha scritto diverse pubblicazioni.[1]

Genealogia episcopale

[modifica | modifica wikitesto]

La genealogia episcopale è:

  1. ^ a b c Profilo di mons. Mario Toso, sdb, su unisal.it. URL consultato il 1º maggio 2023 (archiviato dall'url originale l'11 marzo 2016).
  2. ^ Simonetta Ferrero, uccisa nei bagni della Cattolica, in Corriere della Sera. URL consultato il 1º maggio 2023.
  3. ^ Rinunce e nomine. Nomina del Segretario del Pontificio consiglio della giustizia e della pace, su press.vatican.va, Bollettino. Sala stampa della Santa Sede, 22 ottobre 2009. URL consultato il 1º maggio 2023.
  4. ^ Rinunce e nomine. Rinuncia del Vescovo di Faenza-Modigliana (Italia) e nomina del successore, su press.vatican.va, Bollettino. Sala stampa della Santa Sede, 19 gennaio 2015. URL consultato il 1º maggio 2023.

Altri progetti

[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni

[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Vescovo titolare di Bisarcio Successore Giampaolo Crepaldi 22 ottobre 2009 – 19 gennaio 2015 Jorge Cuapio Bautista

Predecessore Segretario del Pontificio consiglio della giustizia e della pace Successore Giampaolo Crepaldi 22 ottobre 2009 – 19 gennaio 2015 Silvano Maria Tomasi, C.S.(segretario delegato)

Predecessore Vescovo di Faenza-Modigliana Successore Claudio Stagni dal 19 gennaio 2015 in carica
Controllo di autoritàVIAF (EN64112038 · ISNI (EN0000 0001 1767 1052 · SBN CFIV082663 · BAV 495/103489 · LCCN (ENn88217787 · GND (DE1042652376 · BNF (FRcb12513038x (data) · J9U (ENHE987007364201305171
{{bottomLinkPreText}} {{bottomLinkText}}
Mario Toso
Listen to this article

This browser is not supported by Wikiwand :(
Wikiwand requires a browser with modern capabilities in order to provide you with the best reading experience.
Please download and use one of the following browsers:

This article was just edited, click to reload
This article has been deleted on Wikipedia (Why?)

Back to homepage

Please click Add in the dialog above
Please click Allow in the top-left corner,
then click Install Now in the dialog
Please click Open in the download dialog,
then click Install
Please click the "Downloads" icon in the Safari toolbar, open the first download in the list,
then click Install
{{::$root.activation.text}}

Install Wikiwand

Install on Chrome Install on Firefox
Don't forget to rate us

Tell your friends about Wikiwand!

Gmail Facebook Twitter Link

Enjoying Wikiwand?

Tell your friends and spread the love:
Share on Gmail Share on Facebook Share on Twitter Share on Buffer

Our magic isn't perfect

You can help our automatic cover photo selection by reporting an unsuitable photo.

This photo is visually disturbing This photo is not a good choice

Thank you for helping!


Your input will affect cover photo selection, along with input from other users.

X

Get ready for Wikiwand 2.0 🎉! the new version arrives on September 1st! Don't want to wait?